Intercettazioni/ Bongiorno: Limitata responsabilità  editori

Intercettazioni/ Bongiorno: Limitata responsabilità  editori

Pagheranno se ‘escono’ quelle irrilevanti o quelle da distruggere

Roma, 22 lug. (Apcom) – Nell’emendamento del governo al ddl Alfano approvato questa mattina resta la responsabilità  giuridica degli editori ma viene limitata alla pubblicazione delle conversazioni di cui è stata ordinata la distruzione e di quelle irrilevanti. Lo spiega il presidente della commissione Giustizia, Giulia Bongiorno, al termine della seduta di questa mattina.

“L’approvazione del mio subemendamento – afferma – circoscrive e limita la responsabilità  degli editori rispetto al testo uscito dal Senato perché la esclude in tutte le ipotesi in cui vengano pubblicaate intercettazioni rilevanti ma ancora coperte da segreto. Resta in pratica il regime previsto dalla legge vigente”.

La responsabilità  degli editori sarà  relativa “alla pubblicazione di intercettazioni di cui è stata ordinata la distruzione e di quelle irrilevanti”, conclude Bongiorno.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo