Rai: Vita e Giulietti, buoni motivi se Corte dei Conti interviene

RAI: VITA E GIULIETTI, BUONI MOTIVI SE CORTE DEI CONTI INTERVIENE
(AGI) – Roma, 16 set. – “Sono sbagliate le interferenze nella vita della Rai da chiunque provengano, partiti o altri poteri che siano, e non gioiamo certo per il trasferimento delle vicende dell’azienda del servizio pubblico nei tribunali. Siamo pero’ tra i primissimi, insieme all’avvocato D’Amati, ad aver chiesto alla Corte dei Conti di accendere i riflettori su quanto accade alla Rai. E se ha deciso di attivarsi ci devono essere ragioni gravi e profonde”. Lo affermano in una nota il portavoce di Articolo21 Giuseppe Giulietti e il senatore Pd Vincenzo Vita. “Come si puo’ infatti pensare che la Corte dei Conti possa far finta di non vedere le tante rimozioni senza ragioni professionali, le cause perse, i doppi e i tripli incarichi, i tanti precari inutilizzati? Come se non bastasse stanno perfino pensando di rimuovere il direttore di Rainews e quello di Raidue condannandosi a nuove pesanti sconfitte in Tribunale”. “Era inevitabile – concludono Vita e Giulietti – che la Corte dei Conti volesse verificare l’uso del denaro pubblico di un’azienda che agisce sempre piu’ solo per ragioni politiche, di corrente, faziose e magari persino di loggia”. (AGI) Vic

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi