TELECOM: BERNABE’; CAMBIA PELLE E PUNTA SU SERVIZI

TELECOM: BERNABE’; CAMBIA PELLE E PUNTA SU SERVIZI
MERCATO DA 300 MLN AL 2012
MILANO
(ANSA) – MILANO, 20 SET – Telecom per crescere non può più fare solo il fornitore di connettività  ma deve puntare a far concorrenza a Google e Amazon e far diventare la fornitura di infrastrutture e servizi il suo core business, almeno in Italia. “Telecom non può vivere di connettività ” dice l’amministratore delegato Franco Bernabé spiegando che il gruppo “cambia pelle” e vuole “diventare fornitore di servizi a 360 gradi”. Nelle strategie di gruppo il 2010 vede il lancio della piattaforma evoluta di ‘cloud computing’, la nuvola italiana, un progetto che riguarda le grandi imprese pubbliche e private italiane e che consiste nella centralizzazione delle risorse di calcolo e di usufruire dei servizi in modalità  ‘on demand’ e ‘pay per use’. Il valore del mercato dei servizi di ‘It management’ in Italia è stimato al 2012 in circa 300 milioni di euro, con un tasso di crescita medio annuo 2009-2012 di circa il 20 per cento”. Telecom ha investito 30 milioni di euro” e l’ambizione é di avere una quota tra il 20 e il 25% del mercato del ‘cloud computing’. (ANSA).
BF/MEA R64 S42 S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci