SHARP: PRIMO SMARTPHONE ANDROID CON PAGAMENTO A DISTANZA

SHARP: PRIMO SMARTPHONE ANDROID CON PAGAMENTO A DISTANZA
TOKYO
(ANSA) – TOKYO, 5 OTT – Sharp prosegue nella sua ‘caccia’ a Apple, e, dopo aver da poco presentato il tablet che andrà  a fare concorrenza diretta all’iPad, annuncia un nuovo smartphone ‘anti-iPhone’, dotato per la prima volta di funzionalità  tipiche del mercato nipponico come e-money e tv digitale. Il nuovo modello ‘IS03’, che sarà  commercializzato alla fine di novembre in esclusiva da Au/Kddi, secondo operatore mobile del Sol Levante, è basato su una versione personalizzata del sistema operativo Android di Google, presentando un’estetica che ricorda da vicino il famoso ‘melafonino’ di Apple. Il terminale, tuttavia, sarà  il primo sul mercato nipponico a combinare le funzionalità  tipiche dei moderni smartphone (ampio schermo tattile, connettività  wi-fi e possibilità  di installare applicazioni) a quelle, tecnologicamente ancora più avanzate, rimaste sempre dentro i confini del Sol Levante, come la possibilità  di utilizzare il telefono per effettuare pagamenti (e-money), la visione gratuita della televisione digitale terrestre e una fotocamera di alta qualità , in grado di scattare foto da ben 9,6 megapixel. Il telefonino sarà  venduto tramite l’operatore telefonico a circa 35.000 yen (300 euro), disponibile in tre colori (arancione, bianco e nero). La corsa nel promettente mercato degli smartphone, che anche in Giappone è stata aperta dal successo dell’iPhone di Apple, vede in prima fila anche il primo operatore mobile nipponico, Ntt Docomo, che oggi ha annunciato due terminali ad alte prestazioni prodotti dalla sudcoreana Samsung: alla fine di ottobre arriverà  il telefono ‘Galaxy S’, smartphone Android di ultima generazione, mentre a fine novembre sarà  il turno del ‘Galaxy Tab’, il tablet con schermo da 7 pollici, anch’esso basato sul sistema operativo di Google, che andrà  a competere con il già  popolarissimo iPad. (ANSA).
YY2-FT/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)