MUSEI: PUBBLICITA’ SU MONUMENTI; FAI, GRAZIE BONDI

 
SPE:MUSEI
2010-10-06 17:14
MUSEI: PUBBLICITA’ SU MONUMENTI; FAI, GRAZIE BONDI
VENEZIA
(ANSA) – VENEZIA, 6 OTT – Il Fai (Fondo Ambiente Italiano) è “estremamente soddisfatto” dell’intervento del ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi che ha chiesto di mettere a punto a nuove norme più adeguate per la pubblicità  sui monumenti, pur mantenendo la possibilità  di usufruire delle sponsorizzazioni, L’agosto scorso il Fai aveva sollevato la polemica contro i manifesti pubblicitari che a Venezia coprono Palazzo Ducale e il Ponte dei Sospiri e ringrazia quindi il ministro perché, riconoscendo “la necessità  di norme e limiti precisi”, ha raccolto l’appello. “Siamo abituati a tutelare il nostro patrimonio e quello che succede a Venezia – sottolinea Ilaria Borletti Buitoni, presidente Fai -. Se non esistono regole adeguate, rischia di essere un danno alla bellezza della città  perché impedisce la fruibilità  di beni così importanti”. “Pur riconoscendo il bisogno delle pubbliche amministrazioni e dei privati – prosegue la presidente – di reperire i fondi per restauri e manutenzioni indispensabili per la conservazione del patrimonio storico-artistico e ambientale, il grido d’allarme del Fai voleva attirare l’attenzione sul fatto che questo patrimonio non viene in realtà  tutelato se la pubblicità  non é contenuta in moduli dimensionali ed espressivi accettabili”. Da qui l’appello affinché le autorità  competenti intervenissero per dare regole chiare e precise: “Questo ha fatto nascere un dibattito – sottolinea il Fai – che ha coinvolto numerosi soggetti tra cui il Comune di Venezia e la soprintendenza, ha raggiunto i media internazionali e ha interessato i direttori dei principali musei del mondo”. (ANSA).
BOG/ S0B QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Scende il valore del sistema media rispetto al 2013. Big lontani dal limite

Scende il valore del sistema media rispetto al 2013. Big lontani dal limite

Cairo Communication: nei nove mesi ricavi in calo a 185,7 milioni di euro. Previsto Mol in sostanziale pareggio per La7 a fine anno

Cairo Communication: nei nove mesi ricavi in calo a 185,7 milioni di euro. Previsto Mol in sostanziale pareggio per La7 a fine anno

Banzai: nei 9 mesi del 2015 i ricavi salgano a 152 milioni; la perdita cresce a 6,5 milioni di euro

Banzai: nei 9 mesi del 2015 i ricavi salgano a 152 milioni; la perdita cresce a 6,5 milioni di euro