TECNOLOGIA: NUOVO PROIETTORE CREA IMMAGINI 3D DA ‘TOCCARE’

 
 
CRO:TECNOLOGIA
2010-10-14 15:03
TECNOLOGIA: NUOVO PROIETTORE CREA IMMAGINI 3D DA ‘TOCCARE’
TOKYO
(ANSA) – TOKYO, 14 OTT – Arriva dal Giappone l’ultimo ritrovato in materia di tecnologie tridimensionali che, alla stregua di quanto visto finora solo in film di fantascienza come ‘Guerre Stellari’, permette di creare immagini 3D che è possibile ‘toccare’ con mano. Il prototipo, presentato alla fiera Digital Content Expo in corso a Tokyo, è stato sviluppato da un gruppo di ricercatori dell’università  Keio, guidato da Susumu Tachi, esperto nel campo della realtà  virtuale. Lo speciale proiettore è in grado di riprodurre l’effetto tridimensionale senza la necessità  di indossare gli occhialini, utilizzando un complesso sistema di riflessi ottici che proietta le immagini simultaneamente da 42 punti di vista differenti, portando il cervello umano a interpretare la scena sul piano tridimensionale. Il risultato è un’immagine ‘fluttuante’ che è possibile anche toccare e muovere: l’illusione del contatto fisico è data da uno speciale cappuccio dotato di sensori, posizionato sul dito, che si stringe e si espande secondo gli input forniti da una videocamera che analizza la distanza tra l’immagine 3D e la mano. “In futuro – spiega Taichi – questa tecnologia potrà  trovare numerose applicazioni, ad esempio nelle riproduzioni virtuali dei musei e dei cataloghi per lo shopping”. In Giappone è già  partita la corsa alla tecnologia tridimensionale di nuova generazione, che punta ad eliminare la barriera rappresentata dagli speciali occhialini: Toshiba ha annunciato i primi modelli di tv 3D visionabili a occhio nudo, che saranno lanciati in Sol Levante a dicembre, mentre Nintendo commercializzerà  dal prossimo febbraio il 3DS, in grado di visualizzare giochi in 3D senza la necessità  di indossare gli occhialini. (ANSA).
YY2-FT/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)