EDITORIA: JOINT VENTURE KDDI-SONY AMPLIERA’ LINEA E-READER

 
POL:EDITORIA
2010-10-19 15:48
EDITORIA: JOINT VENTURE KDDI-SONY AMPLIERA’ LINEA E-READER

(ANSA)- ROMA, 19 OTT – La joint venture tra l’operatore mobile giapponese Kddi, Sony, Asahi Shimbun Publishing e Toppan Printing è in trattative con alcuni produttori per ampliare la propria linea di lettori di libri elettronici. Lo ha detto in un’intervista a Bloomberg, Toshitake Amamiya, che in Kddi guida la divisione e-book. “Ci sono diverse trattative in corso e speriamo di avere qualcosa di concreto entro la fine dell’anno”, ha dichiarato il manager, senza però riferire i nomi delle aziende interessate. La joint venture, nata lo scorso luglio, prevede di lanciare il servizio quest’anno con un’offerta che include libri, fumetti, giornali e riviste. Tra gli obiettivi dell’operatore e dei suoi partner c’é anche quello di favorire l’aumento del numero di smartphone con funzionalità  e-reader, in modo da attirare l’interesse degli editori e riuscire ad arginare la concorrenza dell’iPad della Apple. Intanto, Kddi ha presentato ieri il suo lettore digitale ‘Biblio Leaf’, mentre Sony ha annunciato che lancerà  un proprio dispositivo entro la fine dell’anno. “Il nostro prodotto presenta diversi vantaggi, come quello di garantire una lettura più facile, grazie allo schermo con tecnologia ‘e-paper’, una maggiore durata della batteria e un formato per i file e-book che consente di memorizzare una maggiore quantità  di contenuti”, ha commentato Amamiya. (ANSA).
Y88-VC/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)