INTERNET: MOTORI DI RICERCA DEL FUTURO, PROTOTIPI A FIRENZE

 
CRO:INTERNET
2010-10-26 16:23
INTERNET: MOTORI DI RICERCA DEL FUTURO, PROTOTIPI A FIRENZE
IMMAGINI, VIDEO E MUSICA SI TROVANO CON POCHE PAROLE CHIAVE
FIRENZE
(ANSA) – FIRENZE, 26 OTT – Nuovi motori di ricerca web che indicizzano automaticamente immagini, video e musica di ogni tipo per consentire al navigatore di trovarli con poche parole chiave: i primi prototipi vengono presentati in questi giorni ad Acm Multimedia 2010, la kermesse internazionale in corso a Firenze. “E’ allo studio la possibilità  – spiega Alberto del Bimbo, prorettore dell’Università  di Firenze – che la macchina, analizzando un’immagine o un video, estragga da sola i concetti base per cui identificarlo: si può fare addestrando la macchina ad identificare le immagini, e poi programmarla per compiere un’identificazione automatica, oppure anche sfruttando le annotazioni esistenti nei social network. Oggi keyword e tag, devono essere inseriti manualmente come annotazioni del relativo file”. Con la nuova generazione di motori di ricerca invece, digitando una parola si avranno a disposizione tutte le immagini che riguardano quella parola; anche i file musicali, ad esempio, potranno essere richiamabili per genere, o per singolo strumento musicale utilizzato. Fra gli altri temi chiave di Acm Multimedia, la gestione delle reti a fronte della sempre maggiore richiesta di connettività  delle persone, e l’interazione dell’uomo col computer: i ricercatori stanno studiando il modo di far interagire uomo e macchina allo stesso modo in cui interagiscono le persone, parlando, toccando, indicando, e nel caso dei disabili anche attraverso caschi speciali in grado di misurare l’attività  cerebrale e prevedere le intenzioni della persona. Al Palacongressi di Firenze sono 850 i presenti da tutto il mondo: guida la Cina (26%), seguita dagli Usa, da Singapore, e dai paesi europei. Fra di loro anche 50 studenti dell’Università  di Firenze, insieme a 50 giovani colleghi di altre nazioni. (ANSA).
YAD-MOI/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando