Google/ Violazione privacy, pm apre inchiesta su Street-View

Apc-*Google/ Violazione privacy, pm apre inchiesta su Street-View
Indagine della Procura di Roma dopo segnalazione del Garante

Roma, 27 ott. (Apcom) – Interferenze illecite nella vita privata. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo d’inchiesta rispetto a Google Street View, il sistema per visitare dal proprio computer, in tridimensionale, ogni parte del mondo. L’indagine è stata avviata dopo l’invio nelle scorse settimane da parte del Garante della privacy della istruttoria compiuta sull’opzione presente sulle pagine web del più noto e diffuso motore di ricerca del mondo. Il fascicolo, che è stato affidato dal procuratore capo Giovanni Ferrara al pm Eugenio Albamonte, è al momento a carico di ignoti. Il nodo della vicenda è che con Street View sarebbero state captate informazioni sensibili presenti sulle reti Wi-Fi segnalate o meno durante il “percorso” compiuto dalle auto di Google. Gli inquirenti, secondo quanto si è appreso, stanno attendendo che la società  di Mountain View metta a disposizione, entro breve, almeno a campione, prova che i dati raccolti sulle reti wi-fi non sono “completi”, ma soltanto porzioni di informazione, impossibile da ricostruire anche per un hacker esperto. Google, da parte sua, che si è affidata agli avvocati Giulia Bongiorno e Giuliano Pisapia, sarebbe pronta a collaborare e a risolvere la questione. Anche perché i dati raccolti non sono mai stati utilizzati, né comunicati a terzi. E poi è stata la stessa Google a segnalare la “raccolta” che era stata registrata alle autorità  competenti.

Nav

271257 ott 10

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)