GOOGLE: FA CAUSA A GOVERNO USA, ‘FAVORISCE MICROSOFT’

GOOGLE: FA CAUSA A GOVERNO USA, ‘FAVORISCE MICROSOFT’
ROMA
(ANSA) – ROMA, 2 NOV – Google ha fatto causa al Dipartimento dell’Interno statunitense, accusato di aver pubblicato un bando di gara per la fornitura di servizi e-mail che favorisce Microsoft. La notizia è riportata dai principali quotidiani statunitensi. Stando a Mountain View, il bando per i servizi di posta e di collaborazione online sarebbe stato scritto dal ministero Usa per escludere Google, richiedendo che la soluzione fosse parte della Business Productivity Online Suite di Microsoft. Il vincolo alla suite di Microsoft, ha scritto Google, è “indebitamente restrittivo della concorrenza”. L’appalto in questione è per un’unica soluzione di e-mail e strumenti collaborativi, volta a sostituire le 13 piattaforme attualmente usate dagli 88 mila dipendenti del ministero. Il valore del contratto, stando alla stampa, si aggirerebbe tra i 50 i 60 milioni di dollari in cinque anni. L’azione legale si inserisce nella sfida lanciata a Microsoft da Google, che sta promuovendo i suoi servizi di produttività  online, Google Apps, come un’alternativa economica e sicura ai software di Redmond. (ANSA).
Y89-VC/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)