TV: FAZIO-SAVIANO; RIZZO NERVO, ORA MASI CHIEDA SCUSA

TV: FAZIO-SAVIANO; RIZZO NERVO, ORA MASI CHIEDA SCUSA
OSTACOLARE PROGRAMMI SERVIZIO PUBBLICO E’ NON CAPIRE NULLA DI TV
ROMA
(ANSA) – ROMA, 9 NOV – “Credo che adesso il direttore generale della Rai debba chiedere scusa a Roberto Saviano, a Roberto Benigni, a Fabio Fazio, al maestro Claudio Abbado e a Paolo Ruffini”. Così il consigliere di amministrazione Rai Nino Rizzo Nervo in merito al successo di ascolti della trasmissione Vieni Via con Me, andata in onda ieri sera su Raitre. Secondo il consigliere “7.622.677 spettatori di media con punte di oltre 9.300.000 per una serata di grande impegno civile su Raitre devono far riflettere su cosa significa ‘tv di qualita”. Ieri – aggiunge Rizzo Nervo – abbiamo assistito al trionfo della forza della parola, al favore che anche il pubblico dei grandi numeri ha nei confronti di un programma diverso, intelligente che con pacatezza, autorevolezza ed ironia affronta i mali del nostro tempo”. “Masi – conclude Rizzo Nervo – deve chiedere scusa anche a quel pubblico e prendere atto che un direttore generale che impegna le sue energie soltanto nel frapporre ostacoli a quelle trasmissioni che giustificano il servizio pubblico significa soltanto che di televisione non capisce nulla e di conseguenza, prima di compiere altri danni, ammettere la propria inadeguatezza”. (ANSA).
TH/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi