FACEBOOK: 50% DIPENDENTI ITALIANI NON PUO’ USARLO AL LAVORO

FACEBOOK: 50% DIPENDENTI ITALIANI NON PUO’ USARLO AL LAVORO
ROMA
(ANSA) – ROMA, 9 OTT – I datori di lavoro italiani non amano Facebook. Lo rivela una ricerca commissionata dall’azienda informatica Cisco, in base a cui la metà  dei dipendenti nostrani non è autorizzato a usare il social network più famoso del mondo sul luogo di lavoro. L’indagine, condotta in 13 nazioni di Europa, Asia, America e Oceania, mostra un atteggiamento più restrittivo delle aziende italiane rispetto alla media complessiva. L’accesso a Facebook é vietato al 52% dei dipendenti italiani contro una media del 41%. Il divieto per Twitter raggiunge invece il 36% a fronte del 35% internazionale. A non essere bene accetti negli uffici italiani non sono però solo i social network. Il 29% non può usare i servizi di instant messaging (la media è del 28%), e il 26% ha delle limitazioni sull’invio di e-mail personali da dispositivi aziendali e durante le ore lavorative (contro il 21%). Il divieto si estende anche all’iPod, vietato al 24% dei dipendenti italiani, e a dispositivi personali come i Pc portatili e i telefonini, off-limits per il 23%, mentre in entrambi i casi la media si ferma al 18%. La stessa indagine sembra tuttavia giustificare, almeno in parte, le limitazioni imposte dalle aziende. I dipendenti italiani risultano infatti molto inclini a indugiare in quelle attività  che sottraggono tempo al lavoro come telefonare, controllare la posta privata, fare shopping online e giocare con i videogame. Il 62% dedica a queste occupazioni personali fino al 24% della giornata lavorativa, il 14% concede dal 25 al 49% del tempo passato in ufficio e il 9% arriva addirittura fino ai tre quarti delle ore lavorative. La media complessiva è in tutti e tre i casi più bassa, rispettivamente del 59, 13 e 7%.(ANSA).
Y89-VC/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)