Sì, io mi ricordo – ‘Tu vois, je n’ai pas oublié…’ di Pietro Calabrese

Le 28 puntate pubblicate su ‘Prima Comunicazione’ di ‘Tu vois, je n’ai pas oublié…’ di Pietro Calabrese.

Era domenica 12 settembre. Facevo colazione a casa, e sentivo Alessandra di là , che parlava al telefono con qualcuno. Poi si è affacciata sulla stanza e ha mormorato: “È morto Pietro, stamattina, alle cinque”. È tornata indietro, ed è andata piangendo verso la sua camera. Il cancro al polmone che Pietro aveva scoperto in una giornata del maggio del 2009 aveva avuto la meglio e se l’era portato via all’alba di una estate che sembrava non volesse finire mai. Conoscevamo Calabrese dai tempi in cui era direttore del Messaggero. Ma eravamo diventati amici quando era venuto a Milano, prima ad occuparsi dei progetti web del gruppo Rcs per poi diventare direttore di Capital, della Gazzetta dello Sport e infine di Panorama.
Quando aveva lasciato il settimanale della Mondadori nell’ottobre del 2007 – tornato a Roma a “fare il pensionato” come diceva sempre con rabbia – gli avevamo chiesto se aveva voglia di scrivere per Prima. La prima puntata dei Ricordi, ‘Tu vois, je n’ai pas oublié’, è arrivata in redazione a fine febbraio del 2008. L’ultima il 26 agosto 2010.
Umberto Brunetti

RICHIEDI IL SUPPLEMENTO | CONTATTI

(speciale allegato al numero do ottobre 2010 di ‘Prima Comunicazione’)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Le Interviste che non potrete dimenticare

Le Interviste che non potrete dimenticare

Il grande libro della stampa italiana

Il grande libro della stampa italiana

Uomini Comunicazione

Uomini Comunicazione