FINANZIARIA: FNSI, NON TAGLIARE INFORMAZIONE A CITTADINI

FINANZIARIA: FNSI, NON TAGLIARE INFORMAZIONE A CITTADINI

(AGI) – Roma, 18 nov. – “I tagli che falcidiano i bilanci degli enti locali rischiano di compromettere gli impegni di spesa per garantire l’informazione ai cittadini. I recenti provvedimenti del governo impongono agli enti pubblici tagli più che drastici delle spese per rappresentanza, pubblicità , pubbliche relazioni, organizzazione di manifestazioni e convegni. Nell’elaborare i bilanci varie amministrazioni locali coinvolgono nei tagli anche le spese dedicate all’informazione, con ciò mettendo in forse un diritto fondamentale dei cittadini e non comprendendo l’abissale differenza tra l’informazione e gli altri, già  citati, settori dell’attività  amministrativa”.  Lo ha dichiarato il segretario generale aggiunto e responsabile del dipartimento ufficio stampa della Fnsi, Giovanni Rossi.  “Chiediamo – ha aggiunto – alle organizzazioni di rappresentanza del sistema delle autonomie locali – Anci, Upi, Lega delle autonomie, ecc. – di dare indicazione alle amministrazioni affinché siano salvaguardati il più possibile gli strumenti e le strutture che hanno il compito prioritario di garantire la trasparenza della pubblica amministrazione. Le scelte che si vanno delineando in non poche amministrazioni tra le altre conseguenze avranno quella di una significativa contrazione dei posti di lavoro per i giornalisti impegnati nel settore pubblico in un momento di già  pesante crisi del mercato del lavoro”.(AGI) Bru

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo