INTERNET: DI PIETRO, BENE RODOTA’, RETE DEVE ESSERE LIBERA

INTERNET: DI PIETRO, BENE RODOTA’, RETE DEVE ESSERE LIBERA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 29 NOV – “Sono assolutamente d’accordo con quanto sostiene il professor Stefano Rodotà : è necessario inserire tra i diritti costituzionali l’accesso libero alla Rete”. E’ quanto afferma in una nota il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro. “Noi dell’Italia dei Valori sosteniamo da tempo che la Rete deve essere libera – continua Di Pietro – e lo abbiamo dimostrato in questi anni con le nostre battaglie in Parlamento. Abbiamo chiesto, fra l’altro, l’abrogazione dell’articolo sette del decreto Pisanu per consentire così la liberalizzazione delle connessioni alle reti wi-fi pubbliche. Non vogliamo che sia pregiudicato, inoltre, lo sviluppo delle radio e delle web tv libere”. “Non è ancora chiaro nemmeno come verrà  regolata la questione del diritto d’autore. Esiste ancora il concreto rischio che sia imposto l’oscuramento dei siti e che sia bloccato il traffico peer to peer, sulla base di una semplice segnalazione delle forze dell’ordine o dei titolari dei diritti d’autore, e non già , come accade oggi, su richiesta dell’autorità  giudiziaria”, conclude Di Pietro. (ANSA).
DEL/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)