PIU’ LIBRI PIU’ LIBERI: 6% TITOLI PICCOLI EDITORI IN E-BOOK

ANSA/PIU’ LIBRI PIU’ LIBERI: 6% TITOLI PICCOLI EDITORI IN E-BOOK
I DATI SU FENOMENO E PIATTAFORME ALLA FIERA DI ROMA
ROMA
(di Mauretta Capuano) (ANSA) – ROMA, 1 DIC – I piccoli editori pubblicano il 6% dei loro titoli in formato e-book. Sono infatti 131, in base alle elaborazioni dell’Ufficio studi Aie, le case editrici italiane che hanno in catalogo almeno un titolo in formato e-book in lingua italiana. Di queste, 94 sono piccole case editrici, con un catalogo medio di e-book di 16 titoli. Complessivamente il catalogo che sviluppano è di 1.472 e-book, corrispondente al 6% di titoli che la piccola editoria ha proposto (tra novità  e ristampe) nel 2009. Sono alcuni dei primi dati sul fenomeno e-book che saranno presentati il 6 dicembre a ‘Piu’ Libri più liberì, giorno che la Fiera della piccola e media editoria, che si inaugura il 4 dicembre a Roma, dedica agli e-book con più incontri. Il primo incontro, dedicato a ‘E-book: primi segnali dal mercato’, propone gli ultimi dati aggiornati, a cura dell’Ufficio studi di Aie, dell’anno ‘1’ o ‘0’ del mercato e-book italiano: dai titoli disponibili in e-book al genere, dal prezzo medio sino al parco device installato. Con in più notizie e aggiornamenti dagli altri mercati. Interverranno Cristina Mussinelli (Associazione Italiana Editori/IDPf) e Mauro Zerbini (IBS). Nel secondo appuntamento si parlerà  invece di ‘Piattaforme di e-book a confronto’, con una ricognizione a 360 gradi su cosa offrono oggi le piattaforme distributive e quale modello di business propongono agli editori, con interventi, moderati da Cristina Mussinelli di Aie, di Marco Croella (Semplicissimus Book Farm), Renato Salvetti (Edigita), Matteo Brambilla (BookRepublic), Livia Senic-Matulia (Webster), Luciano Simonelli (eBooks Italia). L’impatto delle nuove tecnologie non riguarda, e non riguarderà , però, solo le innovazioni di prodotto (e-book o applicazioni) ma anche quelle di processo: distributivo innanzitutto, ma anche nel prestito. A questo, sempre il 6 dicembre, saranno dedicati altri due incontri, sugli e-book: ‘Filiere che si riorganizzano’ con Fernando Mantovani (Business online Feltrinelli) ed Enzo Mazza (Fimi). E ‘Quando l’e-book comincia ad andare in prestitò con un focus sui prestiti bibliotecari di e-book. Interverranno Giulio Blasi (Media Library), Luciana Cumino (Biblioteca civica di Cologno Monzese), Andrea Ferro (Casalini Digital Library). Entrambe le tavole rotonde sono moderate da Giovanni Peresson di Aie. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)