Scienza/ 72% britannici controlla Facebook prima di dormire

Apc-Scienza/ 72% britannici controlla Facebook prima di dormire
Il 18% manda messaggi notturni. “Attenzione a problemi sonno”

Roma, 10 dic. (Apcom) – L’ultima cosa che il 72% degli adulti britannici fa prima di andare a letto è controllare Facebook e gli altri siti di social network: è quanto emerge da uno sondaggio condotto su 6 mila persone per conto di Travelodge, un sito di prenotazione per vacanze, aerei e hotel. Dal questionario, riportato dall’agenzia stampa inglese Press Association, emerge che il 18% degli intervistati afferma di mandare almeno un messaggio durante la notte e che la quantità  media di tempo speso sui social network tra le lenzuola è di 16 minuti. Gli esperti avvertono che l’attività  online notturna incide sulla qualità  del sonno: “I cittadini adulti che usano i social network durante al notte non si rendono conto dell’impatto dell’uso di computer, telefoni cellulari e altri gadget prima di addormentarsi – spiega Michael Hastings, ricercatore del Medical Research Council all’ospedale Addenbrooke di Cambridge -. L’esposizione alla luce intensa di computer e schermi ritarda la capacità  del cervello di prendere sonno. Di conseguenza, le persone non si addormentano abbastanza velocemente e non ricevono la quantità  di sonno di cui necessitano”. Dallo studio, inoltre, emerge che un quarto dei cittadini britannici fa la spesa settimanale di generi alimentari online, che il 10% paga le bollette prima di addormentarsi e che il 35% approfondisce la propria cultura sul gossip. Le sveglie, poi, stanno diventando obsolete: per svegliarsi di mattina l’84% degli adulti utilizza ormai il proprio telefono cellulare.

Noe

101550 dic 10

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)