Rcs: Perricone, stato di crisi Corriere non dipende da investimenti sbagliati

17 Dec 2010 18:48 CEST Rcs: Perricone, stato di crisi Corriere non dipende da investimenti sbagliati
Dowjones

MILANO (MF-DJ)–“Sul comunicato del Cdr del Corriere della Sera sono ottimista. Lo stato di crisi attuale non dipende da investimenti o acquisizioni sbagliate, ma dallo stato dell’editoria in generale che  è sotto gli occhi di tutti”. Lo ha dichiarato l’a.d. di Rcs, Antonello Perricone, a margine della conferenza di presentazione del piano industriale 2011-2013 del gruppo, precisando che “per il Corriere abbiamo deciso di evitare azioni traumatiche. Abbiamo utilizzato il prepensionamento volontario e abbiamo evitato che alla fine del prepensionamento ci sia la cassa integrazione”. “Sono fermamente convinto”, ha concluso l’a.d., “del mio ottimismo e spero che possa prevalere il buon senso. Ribadisco che il Corriere  è al centro della nostra attività “. alb/pl

 
 
(END) Dow Jones Newswires

December 17, 2010 12:48 ET (17:48 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi