Tv: Berlusconi; talk show sono risse, non ci vado

23 Dec 2010 14:43 CEST Tv: Berlusconi; talk show sono risse, non ci vado
Dowjones

ROMA (MF-DJ)–Il premier Silvio Berlusconi non parteciperà  a talk show e faccia a faccia televisivi perché “non apprezzo assolutamente le trasmissioni di confronto attuali, che sono senza regole, in cui le voci si sovrappongono con un risultato di incomprensibilità  e si arriva spesso a comportamenti non educati che creano un distacco dei cittadini dalla politica”.
Nel corso della conferenza stampa di fine anno, Berlusconi spiega di aver “cercato di non invadere gli schermi e le pagine dei giornali con la mia presenza in questi due anni e mezzo, e forse  è stato un difetto: abbiamo una mancanza di comunicazione, che  è utile anche per far conoscere a tutti quello che sta facendo il Governo”.
Il premier ha sottolineato che non c’è “nessuna regola che possa garantire l’imparzialità  della conduzione e l’uguaglianza tra le possibilità  di espressione tra le parti, mentre in Inghilterra e Stati Uniti ci sono norme rigorosissime. Ho spesso chiesto ai miei parlamentari di sollecitare la Commissione di vigilanza, ma senza risultati, quindi non credo sia giusto andare a contribuire ulteriormente a queste risse che si vedono in televisione, e abbassano l’immagine dei vari politici presenti”. rov elisabetta.rovis@mfdowjones.it

 
 
(END) Dow Jones Newswires

December 23, 2010 08:43 ET (13:43 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi