AGCOM: NEL 2010 SANZIONI PER 6,1 MLN; 30% PER SERVIZI NON CHIESTI

AGCOM: NEL 2010 SANZIONI PER 6,1 MLN; 30% PER SERVIZI NON CHIESTI
(AGI) – Roma, 30 dic – Nel 2010 l’Autorità  per le Comunicazioni (Agcom), nell’ambito della propria attività  di vigilanza e sanzione a tutela dei consumatori, ha irrogato sanzioni per un importo complessivo pari a 6.146.922,28 euro. Oltre il 30% delle multe per l’attivazione di servizi non richiesti.  “Oggetto delle contestazioni – spiega una nota – i comportamenti illegittimi degli operatori di comunicazioni elettroniche a danno degli utenti, sotto molteplici profili: dalla scorretta gestione dei reclami all’attivazione di servizi non richiesti; dalla sospensione illegittima della linea telefonica al mancato espletamento delle richieste di migrazione ad altri operatori”.  La stessa nota registra, in particolare, che “la condotta illecita più ricorrente  è consistita anche quest’anno in casi assimilabili all’attivazione di servizi non richiesti”. “Per la sua repressione l’Autorità   è intervenuta con sanzioni irrogate per 1.972.000 euro, nel campo delle telecomunicazioni (BT Italia 290.000 euro, Vodafone 348.000 euro, Tiscali 58.000 euro, Wind 116.000 euro, Telecom Italia 870.000 euro, Opitel-TeleTù 174.000 euro, Fastweb 116.000 euro), ai quali si aggiungono 58.000 euro di sanzioni per attivazioni non richieste di servizi televisivi a pagamento (R.T.I.)”.  Gli operatori Noatel e Decatel sono stati sanzionati per un ammontare rispettivamente di 816.000 euro e 120.000 per aver utilizzato le numerazioni per servizi a sovrapprezzo in maniera difforme da quanto previsto dal Piano di numerazione nazionale. (AGI) Lda

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi