- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Inps/ Da gennaio sportello online

Inps/ Da gennaio sportello online
Domande di disoccupazione, mobilità  e posizione contributiva

Roma, 3 gen. (TMNews) – A partire dal primo gennaio 2011, è previsto che alcune domande di prestazione o servizio siano presentate all’Inps in via esclusiva attraverso il canale telematico, collegandosi al sito www.inps.it. Lo comunica l’Istituto. Utilizzando un collegamento internet, i cittadini e le aziende accederanno ai servizi dell’Istituto senza recarsi presso la sede. L’acquisizione delle relative domande di prestazione/servizio nel sistema informativo dell’istituto avverrà  automaticamente, attraverso la procedura telematica di presentazione. Il processo di digitalizzazione coinvolgerà  nel corso dell’anno 2011, con la dovuta gradualità , tutte le tipologie di domande presentate all’Inps. Una particolare attenzione sarà  posta nei confronti di quei soggetti che non dispongano delle necessarie capacità  o possibilità  di interazione con l’Inps per via telematica. Sarà , infatti, potenziata la funzione del Contact Center 803164, che sarà  abilitato non soltanto a fornire le informazioni necessarie, ma anche ad acquisire, previa identificazione dell’utente, le relative domande di prestazione e di servizio. (segue)

Red/Sto

031110 gen 11

Inps/ Da gennaio sportello online -2-
Mastrapasqua: “Così aumenta possibilità  ottimizzare tempo”

Roma, 3 gen. (TMNews) – La presentazione delle domande avverrà  esclusivamente attraverso uno dei seguenti canali: 1) Web, utilizzabile direttamente dal cittadino tramite Pin mediante il portale internet dell’Istituto (www.inps.it); 2) Contact Center integrato, raggiungibile chiamando il numero gratuito 803164; 3) Patronati e intermediari dell’Istituto, che metteranno a disposizione dei cittadini i necessari servizi telematici. Con tre apposite circolari è stata resa pienamente operativa la presentazione delle domande di indennità  di mobilità  ordinaria, di disoccupazione ordinaria e l’accentramento della posizione contributiva delle aziende. Il processo di digitalizzazione delle varie domande di prestazione avverrà  comunque con gradualità . È previsto, infatti, un periodo transitorio di tre mesi durante il quale saranno garantite le consuete modalità  di presentazione. Al termine del periodo transitorio i tre canali sopracitati diventeranno esclusivi ai fini della presentazione delle domande. “Si tratta di un ulteriore passo verso l’obiettivo di vicinanza dell’Inps nei confronti dei suoi utenti e in generale verso tutti i cittadini italiani – spiega il presidente dell’Istituto, Antonio Mastrapasqua -. Aumentano i servizi erogati dall’Inps, aumenta la possibilità  di ottimizzare il proprio tempo e di poter operare via Web direttamente da casa o dalla propria azienda. In molti casi le prestazioni dell’Inps sono servizi di assoluta necessità  e di altissimo interesse: la possibilità  di poterne disporre senza doversi scomodare per recarsi allo sportello delle nostre sedi è un grande passo in avanti per l’utenza. L’obiettivo è quello di rendere disponibili in rete il 100% dei servizi Inps e quindi di rendere esclusivamente telematica la possibilità  di presentare domande e istanze all’Istituto”.

Red/Sto

031111 gen 11