Turchia/ Dogan Holding: nessuno sviluppo su vendita gruppo

Turchia/ Dogan Holding: nessuno sviluppo su vendita gruppo
Stampa: colosso editoriale conteso da Time Warner, KKR e TPG

Istanbul, 5 gen. (TMNews) – La Dogan Holding interviene nei nuovi rumors che si sono diffusi questa mattina, secondo cui per l’acquisto del primo gruppo editoriale turco sono in corsa Time Warner, KKR e TPG. Allo stato attuale secondo la Holding “non ci sono nuovi sviluppi”. La notizia era stata pubblicata da alcuni media, fra cui il quotidiano Haber Turk. Il prezzo di vendita dell’impero editoriale secondo i rumors sarà  fra 1,6 e 1,8 miliardi di dollari. Il quotidiano Hurriyet, ammiraglia del gruppo, potrebbe essere messo in vendita a parte, probabilmente già  dal mese di febbrario. Intanto i titoli oggi in borsa volano. Le azioni del quotidiano Hurriyet sono salite dell’11%, mentre le azioni del gruppo Dogan sono aumentate del 3,5%. Dogan Holding invece ha visto le sue azioni aumentare dell’1,8% a 1,15 lire turche. Il gruppo Dogan è un vero e proprio colosso dell’editoria turca e ogni giorno manda in stampa una decina di quotidiani, tutti fra le maggiori testate del Paese. Fra questi, oltre al già  citato Hurriyet, ci sono Posta, Fanatik, Milliyet, Star, Radikal. A questi vanno aggiunte le due emittenti Cnnturk e Star Tv, nonché alcuni periodici. (segue)

Mao

051346 gen 11

 
 
Turchia/ Dogan Holding: nessuno sviluppo su vendita gruppo – 2
Voci su possibili acquirenti si rincorrono da ottobre

Istanbul, 5 gen. (TMNews) – Il suo proprietario Aydin Dogan è stato praticamente costretto alla vendita dopo che nel 2008 si è visto recapitare dal fisco turco una maxi multa di 2,5 miliardi di dollari, per evasione fiscale fra il 2005 e il 2006. Una vicenda spinosa anche perché una parte del Paese ritiene che si sia trattato di una punizione politica. Pochi mesi prima, infatti,  i quotidiani del gruppo avevano pubblicato una serie di articoli su una frode che aveva fra i suoi responsabili anche un alto dirigente dell’Akp, il Partito islamico-moderato per la Giustizia e lo sviluppo al governo in Turchia. Il premier Erdogan si è sempre chiamato fuori da questa accusa, ma I dubbi sono rimasti. Le voci sulla vendita del gruppo hanno iniziato a farsi più consistenti dopo l’ottobre scorso. A dicembre la stessa Dogan Holding ha confermato le intenzioni di vendita, specificando però che Hurriyet sarebbe rimasto fuori dalla trattativa.

Mao

051347 gen 11

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi