GIUSTIZIA: BLOCCO INFORMATICO, ALFANO “PROBLEMA RISOLTO”

GIUSTIZIA: BLOCCO INFORMATICO, ALFANO “PROBLEMA RISOLTO”
ROMA (ITALPRESS) – “Il problema  è stato risolto. Il servizio riprenderà  regolarmente dal sette gennaio, ancora prima della piena ripresa del lavoro negli uffici giudiziari”. Lo afferma il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, in merito al blocco dell’assistenza informatica degli uffici giudiziari, che aveva provocato la protesta dell’Anm. “Ho sottoscritto le variazioni di bilancio necessarie per ottenere questo risultato, in attesa che il ministero dell’Economia, con la sensibilità  che ha sempre dimostrato verso l’informatizzazione – spiega il Guardasigilli -, assicuri anche il suo sostegno a questo essenziale servizio. Il pericolo era reale e siamo riusciti a scongiurarlo con il contributo di tutti coloro che, in questo frangente così delicato, hanno mostrato spirito di squadra e capacità  costruttiva. E per questo, li ringrazio di cuore – aggiunge il ministro. In particolare, ringrazio il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, per il sostegno che mi ha offerto anche in questa circostanza”.
(ITALPRESS) – (SEGUE).
sat/red 05-Gen-11 17:42

GIUSTIZIA: BLOCCO INFORMATICO, ALFANO “PROBLEMA RISOLTO”-2-
“Resta un retrogusto amaro – spiega Alfano -: alcuni esponenti dell’opposizione e taluni della Anm hanno tifato per lo sfascio per potere accusare il ministro della Giustizia e il Governo di averlo creato. Si sono così improvvidamente e intempestivamente esposti, scommettendo sul nostro fallimento. Hanno perso la scommessa ancora una volta perché questo Governo, sul piano dell’efficienza degli uffici, ha fatto tantissimo ed  è difficile che qualcuno possa dargli lezioni. Voglio sperare che la Anm, adesso, dia atto della soluzione individuata e della ferma volontà  messa in campo per trovarla nel più breve tempo possibile. La prossima settimana, assieme al ministro Brunetta col quale abbiamo lavorato con grande spirito di squadra, terremo una conferenza stampa per fare il punto sullo stato della digitalizzazione del sistema giustizia – prosegue il Guardasigilli -, per comunicare i nuovi obiettivi dell’anno 2011 e per annunciare un piano di razionalizzazione dei costi dei servizi di manutenzione. Ho già  inviato una lettera urgente a tutti i vertici degli uffici giudiziari per tranquillizzarli sulla soluzione della grave problematica e per comunicare loro il giorno di ripresa dei servizi di assistenza. Sono convinto che gli organi di informazione daranno alla risoluzione del problema lo stesso risalto che hanno dato al problema stesso”, conclude il ministro della Giustizia.
(ITALPRESS).
sat/red 05-Gen-11 17:43

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi