FACEBOOK: POTREBBE DEBUTTARE IN BORSA A APRILE DOPO INCHIESTA SEC

Condividi

FACEBOOK: POTREBBE DEBUTTARE IN BORSA A APRILE DOPO INCHIESTA SEC
(AGI/AFP) – New York, 7 gen. – Facebook potrebbe debuttare in Borsa entro l’aprile 2011. L’accelerazione nasce dall’inchiesta aperta dalla Sec sull’investimento di Goldman Sachs. La banca Usa ha puntato du Facebook 450 milioni di dollari, attraverso un accordo privato, per consentire alla sua clientela di investire fino a 1,5 miliardi di dollari nella societa’ online con una valutazione implicita del social network pari oltre 50 miliardi di dollari. La Sec ha puntato i riflettori su questo accordo, avviando una revisione delle norme che regolano le societa’ non quotate, come Facebook, le quali hanno azioni che dipendenti e investitori ricevono in premio e che possono scambiare sul mercato attraverso accordi privati. La legge Usa prevede che societa’ non quotate con oltre 500 azionisti siano obbligate a iscriversi alla Sec e a diffondere pubblicamente informazioni rilevanti. Secondo indiscrezioni Facebook fino all’anno scorso aveva meno di 500 azionisti. L’inchiesta Sec punta a chiarire il ruolo dei veicoli finanziari speciali come quello creato da Goldman e Facebook per evitare azioni speculative che la norma sui 500 azionisti non riesce a prevenire. Ora Facebook potrebbe superare quest’anno i 500 azionisti, iscriversi alla Sec e avviare il suo controverso debutto in Borsa. E’ quanto si apprende, secondo il Wall Street Journal, da un documento distribuito da Facebook ai potenziali investitori. Intanto il New York Times fa sapere che la Sec ha contattato Goldman per ottenere informazioni piu’ dettagliate sull’invastimento in Facebook. (AGI)