APPLE: MAC APP STORE ‘CRACCATO’ A UN GIORNO DAL LANCIO

CRO:APPLE
2011-01-07 15:33
APPLE: MAC APP STORE ‘CRACCATO’ A UN GIORNO DAL LANCIO
GIA’ TROVATO IL SISTEMA PER NON PAGARE LE APPLICAZIONI SCARICATE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 7 GEN – Il Mac App store, il negozio di applicazioni per computer Mac lanciato ieri dalla Apple, è già  stato craccato. Gli internauti più smaliziati e meno inclini alla legalità  hanno infatti trovato un modo per scaricare a costo zero applicazioni a pagamento, andando così a incidere sui ricavi degli sviluppatori e della casa di Cupertino. Il sistema, riporta oggi la stampa online americana, è abbastanza semplice – basta un “copia e incolla” – e si applica ai programmi che non usano il sistema di validazione di Apple. Tali applicazioni possono essere scaricate a costo zero copiando il file di licenza di una app gratuita e usandolo per sostituire il file di licenza di una app a pagamento. In rete esistono già  diverse guide dettagliate per applicare la procedura alle applicazioni vulnerabili, tra cui il videogioco Angry Birds. La sostituzione del file sembra però non essere l’unico modo per colpire il nuovo negozio online di Apple. Un gruppo di hacker sostiene di aver già  pronto un software, chiamato Kickback, che permetterà  di scaricare le applicazioni senza pagarle. Uno degli sviluppatori, nome di battaglia ‘Dissident’, ha dichiarato al sito web Gizmodo.com che il software non sarà  reso disponibile immediatamente per non penalizzare gli sviluppatori. All’inizio, ha spiegato, “la maggior parte delle applicazioni che andranno sul Mac App Store saranno valide. Quando arriveranno molte applicazioni scadenti, allora probabilmente rilasceremo Kickback”.(ANSA).
Y89-MRB/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)