TV: DAHLIA TV A RISCHIO CHIUSURA? DIPENDENTI “TUTELARE POSTI”

Condividi

TV: DAHLIA TV A RISCHIO CHIUSURA? DIPENDENTI “TUTELARE POSTI”

ROMA (ITALPRESS) – Dahlia tv rischia la chiusura. Domani e’ in programma il cda della rete che esaminera’ il business plan predisposto dal management per il rilancio della societa’. Intanto la redazione di Filmmaster Television, l’azienda che in outsourcing produce e manda in onda l`intera offerta sportiva di Dahlia Tv, rivolge, in una nota, un appello in vista dell’importante appuntamento di domani: “il cda di Dahlia Tv potrebbe porre fine ad un’avventura iniziata, sotto ogni buon auspicio, meno di due anni fa. Una storia di lavoro animata prevalentemente dalla passione di ciascuno dei dipendenti dell’indotto, gli stessi che il 17 dicembre scorso avevano lanciato un appello che non ha avuto alcuna risposta. Nonostante la grave situazione i giornalisti e l’intero corpo produttivo hanno preferito non tradire i propri telespettatori abbonati garantendo comunque i servizi essenziali e non ricorrendo al diritto di ogni lavoratore allo sciopero che avrebbe penalizzato ulteriormente quanti hanno scelto di sottoscrivere un abbonamento a Dahlia Tv”. “Un’agonia iniziata in silenzio l’estate scorsa – prosegue la nota di Filmmaster Television – con l’inspiegabile perdita di tre squadre importantissime per il bouquet di Dahlia: Palermo, Bologna e Fiorentina, rispettivamente la quinta e la settima citta’ d’Italia per popolazione e la squadra tra le piu’ autorevoli fra quelle dell’offerta. Una diaspora pesantissima a favore del diretto (e potentissimo) competitor che ha innescato un’emorragia di abbonati e l’inizio della fine di un progetto che appariva ambizioso”.

(ITALPRESS) – (SEGUE).

mgg/c/r 09-Gen-11 18:51

TV: DAHLIA TV A RISCHIO CHIUSURA? DIPENDENTI “TUTELARE POSTI”-2-

Domani i dipendenti di Filmmaster Television, “le loro famiglie – conclude la nota – seguiranno l’evolversi di una vicenda che potrebbe implementare la lunghissima lista di disoccupati nel settore dell’editoria radiotelevisiva. Lo faranno in silenzio, garantendo la copertura del servizio, auspicando pero’ che almeno qualcuno raccolga questo appello”.

(ITALPRESS).

mgg/c/r 09-Gen-11 18:51