ITALTEL: ASSEMBLEA NEL MILANESE PER VOTO SU ACCORDO

Condividi

ITALTEL: ASSEMBLEA NEL MILANESE PER VOTO SU ACCORDO
SETTIMO MILANESE (MILANO)
(ANSA) – SETTIMO MILANESE (MILANO), 11 GEN – I segretari nazionali di Fiom, Fim e Uilm hanno illustrato stamani ai lavoratori dell’Italtel di Settimo Milanese (Milano) l’ipotesi di accordo, firmata mercoledì al ministero dello Sviluppo economico, che da domani verrà  sottoposta a un referendum consultivo negli stabilimenti di Settimo, Roma e Palermo. In particolare l’accordo prevede il rientro in due scaglioni di 110 dipendenti in cassa integrazione a zero ore (su 300 in tutta Italia), l’applicazione di contratti di solidarietà , la cassa integrazione a rotazione per 90 lavoratori e l’apertura di una procedura di mobilità  volontaria e incentivata. All’assemblea, alla quale hanno partecipato circa 650 dipendenti, sono intervenuti Laura Spezia, segretario nazionale della Fiom, Enrico Azzaro, responsabile del settore telecomunicazioni della Uilm, e il segretario della Fim – Cisl Alberto Monticco. Domani e giovedì i segretari nazionali incontreranno i dipendenti di Roma e Palermo, mentre venerdì mattina dovrebbe concludersi il referendum, per il quale i tre sindacati hanno dato indicazioni di voto unitarie. “Grazie al sacrificio di tutti, e in particolare dei colleghi in cassa integrazione – ha spiegato Roberto Dameno, delegato della Fiom – Cgil – possiamo pensare di aver rilanciato Italtel e di aver tutelato le persone evitando il licenziamento. Il nostro auspicio è che a Settimo Milanese vengano recuperati almeno 60 posti di lavoro”. (ANSA).