TV: DAHLIA; ADUC, RISCHIO BEFFA PER UTENTI-TIFOSI

Condividi

TV: DAHLIA; ADUC, RISCHIO BEFFA PER UTENTI-TIFOSI
(V. ‘TV: DAHLIA; ASSEMBLEA LAVORATORI…’ DELLE 16.14)
ROMA
(ANSA) – ROMA, 11 GEN – “Dahlia Tv è in liquidazione e ora a rischiare sono gli utenti-tifosi che hanno già  pagato per vedere tutte le partite del campionato (di Cagliari, Catania, Cesena, Chievo, Lecce, Parma, Sampdoria, Udinese, per la Seria A, e tutta la Serie B)”: lo dice in una nota l’Aduc, l’Associazione Diritti Utenti e Consumatori. “Se i cattivi presagi si concretizzassero – aggiunge l’Aduc – questi utenti-tifosi aggiungerebbero a quelli di Fiorentina e Palermo, già  beffati da Dahlia: avevano accettato abbonamenti annuali dietro la promessa di vedere le partite delle proprie squadre, poi trasmesse da altra emittente sul digitale terrestre. La società  ha promesso più volte il rimborso, ma non sappiamo se alle parole sono seguiti assegni. Agli utenti Dahlia – sottolinea l’Aduc – consigliamo di interrompere i pagamenti (e i relativi addebiti in banca) se le trasmissioni fossero sospese. Purtroppo supponiamo che molti abbiano pagato l’intera stagione in anticipo. In questo caso occorre intimare il rimborso tramite raccomandata, ma l’effettivo rimborso è poco probabile”. “In Dahlia – ricorda l’associazione – arriverà  un liquidatore che presumibilmente se ne infischierà  degli utenti paganti, mentre tutelerà  gli interessi di chi ha investito nel capitale della società . E’ compito delle autorità  (calcistiche, governative) far sì che ciò non accada. Questa vicenda – conclude l’Aduc – è l’ennesima conferma che il sistema televisivo italiano è castrato da una regolamentazione che favorisce il duopolio (Rai-Mediaset), a cui resiste solo Sky (le emittenti locali sono attaccate ai finanziamenti elargiti dalla partitocrazia locale e nazionale). Questo nonostante la televisione raccolga gran parte delle risorse pubblicitarie, oltre agli abbonamenti per la pay tv”. (ANSA).