TLC: IN ITALIA 13,7% DELLE CASE RAGGIUNTE SFRUTTA FIBRA OTTICA

Condividi

TLC: IN ITALIA 13,7% DELLE CASE RAGGIUNTE SFRUTTA FIBRA OTTICA

(AGI) – Milano, 13 gen. – In Italia sono 348mila le case collegate a internet attraverso una rete in fibra ottica che arrivi direttamente all’interno dell’abitazione, con un tasso di penetrazione del 13,7% sui 2,5 milioni di case raggiunte dalla rete e dell’1,56% sul totale. Sono questi i numeri che emergono dallo studio che Ftth (Fiber to the home, ndr) Council Europe ha presentato stamattina a Milano in vista dell’edizione 2011 della Ftth Conference, che si terra’ proprio nel capoluogo lombardo il 9 e il 10 febbraio prossimi. “La scelta non e’ casuale – si legge in una nota – perche’ Milano occupa un posto di rilievo nella storia dello sviluppo della fibra ottica, essendo una delle prime citta’ in cui e’ stata implementata fino alle abitazioni grazie a Fastweb”. Un primato che tuttavia si sta col tempo indebolendo: il tasso di penetrazione, infatti, non sta aumentando e la posizione dell’Italia nel Ftth ranking, la speciale classifica dei Paesi in cui piu’ dell’1% delle famiglie e’ abbonato a servizi in fibra, e’ passata dal 13* posto del 2007 al 21* del giugno 2010″. Una tendenza, tuttavia, che potrebbe invertirsi grazie al progetto “Fibra per l’Italia” lanciato da Fastweb, Vodafone e Wind e all’impegno di Telecom Italia, che ha annunciato che colleghera’ 138 citta’ italiane con la fibra entro il 2018 e che ha annunciato con altri sei operatori di telecomunicazioni italiani un protocollo di intesa con l’intenzione di creare un’infrastruttura nazionale nelle aree non ancora cablate. Dallo studio, poi, emergono anche dei numeri a livello europeo: nell’Ue, entro il 2014, sara’ raggiunto dalla fibra circa l’8,3% delle case, ovvero 16 milioni, e in alcuni paesi, come quelli scandinavi, la Slovenia e la Slovachia, sara’ raggiunta la “maturita’”, con un tasso di penetrazione di almeno il 20%. Resteranno sotto il 10% invece i piu’ grandi paesi d’Europa, come Italia, Germania, Spagna e Regno Unito. (AGI) Mi1/Car