EDITORIA: TRIBUNALE CAGLIARI DECRETA FALLIMENTO E-POLIS

Condividi

EDITORIA: TRIBUNALE CAGLIARI DECRETA FALLIMENTO E-POLIS
CAGLIARI
(ANSA) – CAGLIARI, 14 GEN – Il gruppo editoriale Epolis è fallito. La sentenza del Tribunale fallimentare di Cagliari è stata affissa questa mattina. A pronunciarla il giudice delegato Maria Teresa Spanu che ha nominato come curatori Giancarlo Dessì, Efisio Mereu e Sergio Vacca. E’ stata fissata per il 30 maggio l’udienza per l’esame dello stato passivo. (ANSA).

EDITORIA: TRIBUNALE CAGLIARI DECRETA FALLIMENTO E-POLIS (2)
CAGLIARI
(ANSA) – CAGLIARI, 14 GEN – Il gruppo editorile Epolis editava quotidiani semigratuiti diffusi in tutta Italia che hanno sospeso le pubblicazioni dal 27 luglio scorso. L’11 gennaio l’azienda, in un tentativo estremo di evitare il tracollo, aveva proposto al giudice del Tribunale fallimentare di Cagliari di spalmare i debiti in sei anni. In particolare l’editore Alberto Rigotti attraverso i suoi rappresentanti, aveva proposto un corcordato in 70 rate con i creditori privilegiati. Di fatto ripartendo così il debito in sei anni e riservandosi di depositare la documentazione entro 60 giorni. Lo stesso editore e i legali del gruppo avevano annunciato il 23 novembre scorso che nuovi imprenditori, uniti sotto il nome di “Pensiero Italia”, avevano l’intenzione di subentrare e rilevare la società  per ripianare i debiti che hanno provocato la mancata ripresa delle pubblicazioni lo scorso 6 settembre. Ma la proposta poi non si è concretizzata. In quella occasione si era anche ipotizzata la ripresa delle pubblicazioni da gennaio, e l’editore aveva garantito, inoltre, che sarebbero stati pagati, come chiesto dalla Fnsi, gli stipendi arretrati ai dipendenti (i giornalisti sono in cassaintegrazione): ma ora è giunta la sentenza di fallimento e la nomina dei curatori. (ANSA).