VIETNAM: NUOVO DECRETO LIMITA DIRITTI STAMPA E BLOGGER

VIETNAM: NUOVO DECRETO LIMITA DIRITTI STAMPA E BLOGGER
BANGKOK
(ANSA) – BANGKOK, 14 GEN – Il Vietnam ha adottato la settimana scorsa un nuovo decreto che mira a restringere ulteriormente i diritti dei giornalisti e dei blogger, aumentando fino a 2 mila dollari le multe per chi diffonde informazioni “non autorizzate” o non conformi agli “interessi del popolo”. Lo ha denunciato oggi il Comitato americano per la protezione dei giornalisti (Cpj), mentre nel Paese è ancora in corso il congresso quinquennale del Partito comunista al potere. Il provvedimento, che entrerà  in vigore il prossimo 25 febbraio e rimpiazzerà  i testi precedenti, obbliga i giornalisti a rivelare le proprie fonti e impedisce ai blogger di usare uno pseudonimo, pratica comune in un Paese che, nel 2009, il Cpj ha classificato come sesto peggiore al mondo per chi cura un blog. Particolarmente limitati sono i diritti dei giornalisti non autorizzati dal governo. Il linguaggio del decreto, sottolinea l’organizzazione, è vago e quindi ampiamente interpretabile. “Rappresenta l’ultimo uso delle giustificazioni dell’uso della legge da parte del governo per limitare la libertà  di stampa”, ha dichiarato Shawn Crispin, rappresentante del Cpj per il Sud-est asiatico. Negli ultimi anni, le autorità  vietnamite hanno messo in atto un ulteriore giro di vite contro il dissenso, con l’incarcerazione di alcuni blogger colpevoli di reati come “voler rovesciare l’ordine costituito”. Nel 2008, un giornalista è stato condannato a due anni di prigione per “abuso delle libertà  democratiche”, dopo aver realizzato un’inchiesta che portò a galla uno scandalo di corruzione. Nell’ambito della stessa vicenda furono punite anche due sue fonti di polizia. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo