INTERNET: PROLIFERANO ‘WEB KIT’ PER LANCIARE CYBER-ATTACCHI

Condividi

INTERNET: PROLIFERANO ‘WEB KIT’ PER LANCIARE CYBER-ATTACCHI
SYMANTEC, MINACCIA CON ECONOMIA SOMMERSA CHE VALE MILIONI DI DLR
ROMA
(ANSA) – ROMA, 18 GEN – Spopolano sul web i kit per sferrare attacchi informatici già  ‘confezionati’, vere e proprie ‘cassette degli attrezzi’ a disposizione anche dei criminali comuni con scarsa competenza informatica. Lo rivela un rapporto di Symantec, uno dei colossi della sicurezza informatica, secondo il quale questi ‘pacchetti’ per cyber criminali, esperti e non, sono una delle maggiori minacce della rete e generano un’economia sommersa di milioni di dollari. Secondo gli esperti, è proprio grazie a strumenti di questo tipo che sono stati lanciati i due terzi degli attacchi informatici individuati fra giugno 2009 e giugno 2010 da Symantec. Nello stesso periodo i tecnici hanno individuato oltre 310 mila siti web infetti, mentre oltre 4,4 milioni sono state le pagine web ‘dannose’ riscontrate ogni mese. Kit d’attacco rudimentali, spiega Symantec, venivano utilizzati già  nel ’92, ma da allora c’é stato “un significativo aumento nel loro sviluppo, vendita e utilizzo”; oggi sono relativamente semplici da utilizzare e consentono pure di personalizzare o automatizzare gli attacchi. La loro popolarità  sta generando un mercato sommerso che vale secondo Symantec “milioni di dollari”. Basta pensare che se nel 2006 un kit come ‘WebAttacker’, molto popolare tra i criminali informatici, veniva venduto per 15 dollari, lo scorso anno un pacchetto come ZeuS 2.0 è stato pagato fino a 8 mila dollari. Inoltre, l’acquisto di questi kit spesso avviene tramite abbonamento, con tanto di regolari aggiornamenti e metodi antipirateria per evitare che i cyber-criminali li usino senza pagare. (ANSA).