FACEBOOK:DA GOLDMAN PALETTI A OFFERTA, FUORI INVESTITORI USA

Condividi

FACEBOOK:DA GOLDMAN PALETTI A OFFERTA, FUORI INVESTITORI USA
NEW YORK
(ANSA) – NEW YORK, 18 gen – Goldman Sachs chiude la porta agli investitori americani che vogliono investire in Facebook: il forte interesse suscitato nei media dall’accordo raggiunto con il social network rischia di far sì che l’intesa violi le norme della Sec. La decisione di Goldman di escludere i clienti americani – riporta il Wall Street Journal – potrebbe compromettere i rapporti della banca con alcuni dei suoi maggiori investitori, “lasciati a mani vuote dopo che avevano deciso di investire in Facebook”. Alla base della decisione di tornare sui propri passi è l’attenzione che l’accordo con Facebook ha suscitato anche nella Sec, che aveva già  avviato un’indagine sul mercato secondario. La Consob americana ha aperto un’inchiesta sulla struttura dell’offerta Goldman Sachs per Facebook, ampiamente coperta dalla stampa. La legge federale e statale vieta la “promozione e la pubblicità ” nelle offerte private. “Alla luce dell’imponente copertura, Goldman ha deciso di procedere con l’offerta solo con investitori fuori dagli Stati Uniti. Goldman ha concluso che il livello di attenzione dei media potrebbe non essere coerente con le leggi americane”. L’accordo fra Goldman e Facebook è trapelato agli inizi del gennaio, facendo scattare un corsa fra i clienti più abbienti della banca per accaparrarsi una fetta dell’offerta da 1,5 miliardi di dollari. L’intesa valuta Facebook 50 miliardi di dollari e richiede agli investitori un investimento minimo di 2 milioni di dollari e l’obbligo di non cedere le azioni fino al 2013, anche sul mercato secondario. Le condizioni offerte ai partner di Goldman sarebbero più vantaggiose, in quanto non sarebbe stato fissato un investimento minimo di 2 milioni di dollari. (ANSA).