Cantieri aperti: Per Condé Nast molto digitale e un nuovo periodico

Condividi

Anche se le prime mosse sono il rilancio di Gq.com, il nuovo canale dell’Uomo Vogue all’interno di Vogue.it, il debutto dell’applicazione per mobile di Glamour a fine febbraio, il rinnovamento di Style.it entro il primo trimestre, il 2011 di Condé Nast non sarà  solo digitale. Il nuovo settimanale e il nuovo mensile di cui aveva parlato a Prima in dicembre il presidente e amministratore delegato, Giampaolo Grandi, sono progetti in corso d’opera (il settimanale in fase avanzata) e uno dei due quasi certamente vedrà  la luce entro l’anno. A occuparsene, assieme al direttore sviluppo editoriale Valeria Corbetta, è Roberta Battocchio che con la riorganizzazione decisa da Grandi il 10 dicembre (vedi anche pag. 166) ha assunto il nuovo ruolo di vice president group publisher, con la responsabilità  dei nuovi progetti, della cura e della manutenzione dei periodici consumer già  esistenti (e fra le priorità  c’è la messa a punto di Wired), dello sviluppo della divisione Trade & Bridal (l’area b2b oggi centrata soprattutto su sposa e bambino), del licensing

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 413 – gennaio 2011