INFORMAZIONE: CHITI, SIA LIBERA. MAI INGERENZE DA AUTORITA’

INFORMAZIONE: CHITI, SIA LIBERA. MAI INGERENZE DA AUTORITA’
(ASCA) – Roma, 25 gen – ”Informare ed essere informati e’ un diritto fondamentale che include la liberta’ di ricevere o di comunicare informazioni, senza divulgarne le fonti e senza che vi possa essere ingerenza da parte delle autorita’. La Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo afferma che il diritto all’informazione prevale su qualunque interesse politico od economico, ed e’ compito degli Stati difendere questa liberta’ ”. Cosi’ il vice presidente del Senato, Vannino Chiti, intervenendo alla Sessione Invernale dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa, che si tiene a Strasburgo fino al 28 gennaio prossimo. ”Questo spazio di liberta’ – sottolinea Chiti – resta tuttavia fragile. Purtroppo in alcuni Paesi gli attacchi alla liberta’ d’informazione e i tentativi di pressione e controllo assumono forma legislativa. Sono diffusi i casi di giornalisti che si trovano in prigione solo per essersi rifiutati di rendere noto il nome dei propri informatori”. ”L’autorita’ giudiziaria – continua il vice presidente – deve garantire le liberta’ di stampa e opinione: sono diritti fondamentali del cittadino. Senza di esse, si impoverisce la democrazia. E i giornalisti devono sentire come un dovere, insieme alla protezione delle loro fonti, quello del rispetto della presunzione di innocenza delle persone e della loro vita privata. E’ necessario verificare la coerenza delle legislazioni degli Stati membri con questi principi cardine sollecitando – dove e’ necessario – una loro modifica e adeguamento, e sottolineando l’opportunita’ del dialogo con le Autorita’ giudiziarie, per consolidare un comune spazio giuridico europeo”.
red-njb/mcc/ss

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo