Fai/ Quasi mezzo milione di voti per i ‘ Luoghi del cuore’

Fai/ Quasi mezzo milione di voti per i ‘ Luoghi del cuore’
Tra questi, stazione da cui Marconi intercettò l’Sos del Titanic

Milano, 25 gen. (TMNews) – Sono quasi mezzo milione, comunque più di 460mila, le risposte degli italiani arrivate al Fai, il Fondo per l’ambiente italiano, per il quinto censimento che ha chiamato a votare, da maggio a fine settembre dello scorso anno, ‘I luoghi del cuore’, i posti d’Italia che meritano di essere salvati, rimessi a posto e tutelati.

Al primo posto, con 34.118 voti, è stato votato l’eremo dell’abbazia di Santa Maria di Pulsano, una costruzione diroccata in una posizione spettacolare, sul Monte Sant’Angelo (Foggia).
Al secondo, (26.150 voti) compare la Casa Desanti Bossi: in questo caso, le segnalazioni hanno impedito che il Comune, proprietario, vendesse il palazzo in stato di abbandono. Al terzo (19.238 voti) compare una chiesa barocca, la Chiesa di Santa Caterina, a Lucca, con interni belli quanto trascurati. Ancora in Puglia, la regione da cui sono partite il maggior numero di segnalazioni, si trova il quarto ‘luogo del cuore ‘, l’immensa Fortezza Svevo Angioina di Lucera (ancora Foggia, 15.988 voti).
Quinta, la chiesa di San Filippo a Fermo, nelle Marche (12.849), sesta l’importantissima Stazione radiotelegrafica Marconi a Coltano (Pisa, 12.291 voti), inaugurata esattamente un secolo fa: qui fu ricevuto per primo l’Sos del Titanic e da qui partì il segnale che accese le luci del Cristo Redentore a Rio De Janeiro.
Fu re Vittorio Emanuele terzo a donare lo spazio a Marconi per farlo tornare dalla Cornovaglia: durante la seconda guerra mondiale, le antenne furono distrutte e mai più riparate.

(segue)

Sib

251713 gen 11

 

Fai/ Quasi mezzo milione di voti per i ‘Luoghi del cuore’ -2-
Presidente Borletti: Possiamo essere uno stimolo per la politica

Milano, 25 gen. (TMNews) – Tra i primi dieci posti votati per ‘I luoghi del cuore’ si trovano poi lo stadio Filadelfia di Torino (10.291 voti), il vecchio stadio costruito per la squadra Granata e al decimo, la Chiesa di San Bartolomeo a Stromboli, sull’isola di Lipari.

I luoghi segnalati nel quinto censimento organizzato dal Fai e da Intesa sanpaolo sono stati in tutto circa 14.000. “Noi – ha spiegato il vice presidente Marco Magnifico – scriveremo a tutti i presidenti delle Regioni, alle Soprintendenze e ai sindaci segnalandoli”. Si procederà  poi ad un monitoraggio dei posti più segnalati per studiare il modo di intervenire concretamente”.

Mezzo milione di risposte è anche il frutto dell’allargamento via Internet e social network dei tam tam. “Il risultato – ha sottolineato il presidente Fai Ilaria Borletti Buitoni – nei centocinquant’anni dell’Unità  d’Italia assume un significato ancora più importante. La risposta degli italiani è così forte, sentita e importante che mi auguro che anche alle istituzioni passi l’idea che la valorizzazione del nostro Paese passa attraverso l’arte e la cultura, non solo attraverso la cementificazione. Tutti insieme possiamo essere uno stimolo per la politica”. L’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo Corrado Passera ha messo in evidenza: “mezzo milione di persone è un movimento di popolo. Il Fai ha creato un meccanismo concreto di partecipazione”.

Sib

251813 gen 11

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)