USA: STATO UNIONE, DISCORSO OBAMA PUBBLICATO DUE ORE PRIMA

USA: STATO UNIONE, DISCORSO OBAMA PUBBLICATO DUE ORE PRIMA
NEW YORK
(ANSA) – NEW YORK, 27 gen – Fuga di notizie senza precedenti alla Casa Bianca: il discorso sullo Stato dell’Unione pronunciato martedì dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama è finito su un sito web specializzato in politica con due ore di anticipo, obbligando il servizio stampa presidenziale a diffonderlo intorno alle 20:00 locali, cioé con un’ora di anticipo e senza embargo. Come scrive oggi il New York Times, non era mai successo in precedenza. La Casa Bianca diffonde in genere alcune brevi anticipazioni intorno alle 18:00 ed il testo del discorso poco prima che venga pronunciato. Dopo che il suo intervento ancora da leggere era finito alle 19:14 sul sito specializzato NationalJournal.com secondo il Nyt Obama, furioso, ha detto al segretario di Stato Usa Hillary Clinton: “a questo punto perché pronunciarlo, dato che l’hanno visto tutti”. Forse non è proprio così perché il sito, creato dall’ex capo dell’ufficio di corrispondenza della Associated Press a Washington Ron Fournier, non è tra i più seguiti e le agenzie di stampa, Ansa compresa, hanno iniziato a mandare notizie urgenti e ‘bulletin’ solo dopo aver ricevuto via email il testo dalla Casa Bianca. Al Nyt, Fournier ha spiegato di non essere stato lui il destinatario della fuga di notizie, ma un giornalista del National Journal. (ANSA)
RL/

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi