Scontro Masi/ Santoro ad Annozero

Condividi

Battibecco in diretta tra il direttore generale della Rai Mauro Masi e Michele Santoro nella puntata del 27 gennaio 2011 di ‘Annozero’: Masi ha richiamato Santoro all’osservanza del Codice di autoregolamentazione in materia di vicende giudiziarie nei programmi radiotelevisivi e da qui e’ nato un botta e risposta durato diversi minuti.   In avvio del suo intervento telefonico Masi ha premesso a Santoro “non sono mai intervenuto direttamente nelle sue trasmissioni, anche quando lei mi ha insultato in diretta come sanno gli ascoltatori. Questa volta faccio un’eccezione perche’…”. E qui Santoro l’ha interrotto dicendo “come lei sostiene, non come sanno gli ascoltatori”. Masi ha quindi ripreso dicendo “come sanno gli ascoltatori, come lo decidera’ la magistratura, lo vedremo piu’ avanti, ma questo e’ un tema minore..”. Nuovo intervento di Santoro che ha ribadito “lei lo sostiene”. Masi ha quindi ripreso e detto “non e’ il tema di oggi. Il tema di oggi e’ che io mi sono sentito di dover chiamare perche’ lo devo fare a tutela dell’azienda di cui sono direttore generale e di cui anche lei fa parte e soprattutto nei confronti dei cittadini ascoltatori, perche’ mi devo dissociare nella maniera piu’ chiara, devo dissociare me stesso e l’azienda dal clima di trasmissione che, come ho visto nell’anteprima, per come e’ impostata e come e’ stata impostata la settimana scorsa”. E quindi Masi ha spiegato: “Per un motivo molto semplice: ad avvio mio e dei nostri legali viola in maniera chiara il codice di autoregolamentazione in materia di rappresentazione delle vicende giudiziarie nelle trasmissioni radiotelevisive, i principi legislativi e costituzionali che ne sono alla base. Un tema che e’ stato sollevato al piu’ tardi venerdi’ scorso anche dal Capo dello Stato…”.
A questo punto Santoro ha interrotto Masi e ribattuto “quindi lei ci sta dicendo di non fare la trasmissione…”. Al che il dg di viale Mazzini ha replicato “no io sto dicendo lei fa la trasmissione…”. E Santoro ancora “no, no, lei sta dicendo che questa trasmissione viola le regole. Lei ha la responsabilita’ di fermarla, lei la ferma o no? Io vado in onda solo se sto rispettando le regole, cosa fa?”. Masi ha ribattuto “Io le dico questo: io non interrompo la trasmissione, non l’ho mai fatto…”, ma Santoro ha controreplicato “allora ritira quello che ha detto, che noi stiamo violando le regole…”. Il dg ha insistito “no, io le dico semplicemente che ritiro me stesso e l’azienda si dissocia da questo tipo di trasmissione…”. Le due voci si accavallano, Santoro dice “se deve ritirare se stesso questo mi pare anche buono. Pero’ ritira quello che ha detto…”. Quindi la conclusione di questo inatteso battibecco. Masi ha chiuso dicendo “questo le ho detto e questo le dovevo dire. Con il rispetto che lei sa, ho sempre garantito che andasse in onda e ho garantito che tutte le trasmissioni andassero in onda…”. Santoro e’ tornato sul concetto relativo alle regole: “Noi stiamo violando le regole si’ o no? Risponda…”. E Masi ha replicato “questo non sono io che devo dirlo…”. E quando Santoro di rimando ha sostenuto “l’ha appena detto. Quindi lei si smentisce?”, Masi ha controreplicato “no, non mi sto smentendo assolutamente. Le sto dicendo che dissocio me e l’azienda da un tipo di trasmissione che potrebbe violare il codice di autoregolamentazione”. E Santoro “ah, potrebbe violare…Qualunque trasmissione potrebbe violarlo”. Masi ha risposto “non e’ cosi’ Santoro..”, e il conduttore di rimando “anche lei potrebbe violare qualcosa in questo momento”. Masi ha quindi aggiunto “le sto dicendo in termini formali…”. Quindi il conduttore con “va be’, abbiamo capito com’e’ lei come direttore generale. Grazie, arrivederci, possiamo cominciare”. “Buonanotte”, ha chiuso Masi, e Santoro “buonanotte, si’ buonanotte. Scusate, la pubblicita’ e’ andata?, Annozero puo’ cominciare”.