TLC: CONSUMATORI BOCCIANO NUOVE NORME SU TELEMARKETING

Condividi

TLC: CONSUMATORI BOCCIANO NUOVE NORME SU TELEMARKETING
ROMA
(ANSA) – ROMA, 29 GEN – “Dal 1 febbraio prossimo le famiglie italiane, senza che ne abbiamo minima conoscenza, potranno essere importunate e molestate telefonicamente per la commercializzazione e le più svariate vendite di prodotti e servizi. Infatti è entrata in vigore, voluta fortemente da questo Governo, la nuova normativa di Telemarketing, che superando la vecchia normativa in cui si poteva essere contattati attraverso elenchi di cittadini che avevano dato il loro benestare (sistema opt-in), oggi prevede il nuovo sistema (opt-out) per cui, coloro che non vogliono essere contattati devono necessariamente richiedere l’iscrizione nel cosiddetto “registro delle opposizioni” e di cui, ripetiamo, non ne è a conoscenza nessuno”. E’ quanto si legge in una nota di Elio Lannutti e Rosario Trefiletti, presidenti di Adusbef e Federconsumatori. I consumatori lamentano anche l’assenza di “un adeguato periodo transitorio, fondamentale per l’informativa alle famiglie anche alla luce delle esperienze registrate in altri stati della Comunità  Europea, (solo due per la verità : Spagna e Regno Unito), che hanno adottato questo sistema e che ha visto la lista delle opposizioni raggiungere dimensioni adeguate solo dopo svariati anni di vigenza di questo sistema. Ciò è molto grave e si aggiunge alla gravità  della decisione di intraprendere questo nuovo e sgangherato sistema, che comporterà  fortissimi disagi alle famiglie italiane soprattutto a quelle più anziane. Ecco perché chiediamo una deroga all’attuazione di questo sistema di alcuni mesi per permettere una capillare informazione al Paese”.(ANSA).
BAC/ S0A QBXB