Aol, con Huffington crea benchmarck per settore

07 Feb 2011 10:44 CEST SOTTO LA LENTE: Aol, con Huffington crea benchmarck per settore
Dowjones

MILANO (MF-DJ)–Aol, societa’ statunitense tra i pionieri di internet tra i maggiori provider al mondo, procede con la sua stategia finalizzata ad ampliare l’offerta di notizie e contenuti digitali, acquisendo The Huffington Post, celebre blog giornalistico diventato un punto di riferimento nel mondo nelle news on-line.

Aol sborsera’ 315 mln usd e raggiungera’ grazie ai 25/26 mln di visitatori unici dell’Huffington una base utenti di 117 mln di visitatori nei soli Stati Uniti. Arianna Huffington, fondatore del sito nel 2005 insieme al finanziere Ken Lerer, entrera’ nel nuovo gruppo (The Huffington Post Media Group) assumendo l’incarico di presidente e redattore capo e la responsabilita’ di integrare i diversi contenuti e tecnologie delle due societa’.

L’accordo dovrebbe chiudersi nel primo semestre del 2011 e consentira’ ad Aol di accelerare la sua trasformazione da semplice provider di servizi di connessione internet a societa’ focalizzata sui media digitali e quindi legata ai ricavi pubblicitari tipici del mondo di internet. Inoltre l’acquisizione si aggiunge alle operazioni di piccole dimensioni realizzate da Aol nel mese di settembre, che hanno portato all’interno del perimetro aziendale il blog TechCrunch, la societa’ di video online 5min Media e il produttore di software Web-based Thing Labs.

L’acquisizione di Huffington Post, seppur piccola dal punto di vista dimensionale, rappresenta una svolta nel settore delle news su internet. E’ infatti non solo la prima acquisizione nel settore a coinvolgere brand riconosciuti, ma soprattutto fornisce una valutazione precisa e crea un benchmark per future e ulteriori operazioni di M&A. mur    
 
(END) Dow Jones Newswires

February 07, 2011 04:44 ET (09:44 GMT)

Copyright (c) 2011 MF-Dow Jones News Srl.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)