WEB: L’82% DEI GIOVANI TRENTINI CHATTA IN FACEBOOK

WEB: L’82% DEI GIOVANI TRENTINI CHATTA IN FACEBOOK
(AGI) – Trento, 25 feb. – L’universita’ di Trento e la Fondazione Bruno Kessler (di Trento) hanno presentato i dati di “Nativi digitali”, indagine finalizzata ad esplorare il rapporto degli adolescenti con Internet. Lo studio ha coinvolto 852 studenti delle scuole superiori del Trentino, cresciuti nell’era di computer, mail e telefoni cellulari. Facebook e’ il social network per eccellenza: l’82% degli studenti e’ iscritto e piu’ della meta’ (il 51,1%) lo frequenta quotidianamente. Tutte le altre opzioni proposte (tra cui Badoo, Anobii, CouchSerfing, Friendster, etc.), invece, hanno raggiunto percentuali di non iscritti superiori all’80%. Non fanno eccezione Twitter e MySpace (rispettivamente l’81,4% e il 78,01% di non iscritti), nonostante siano molto conosciuti e diffusi a livello mediatico. Al contrario, il secondo social network piu’ frequentato dagli studenti trentini e’ Netlog, a cui e’ iscritto il 35,7% di loro (anche se solo il 9% vi accede effettivamente almeno una volta alla settimana). Il 59% degli intervistati e’ composto da maschi, il 41% femmine, di eta’ compresa tra i 15 e i 19 anni, frequentanti principalmente la terza e la quarta classe (rispettivamente il 56% e il 28,2% del campione). Il 29,8% proveniva da Licei; il 29,9% da Istituti Tecnici; ed il restante 40,3% da Centri di formazione professionale. La connettivita’ e’ al vertice agli interessi dei giovani trentini nel tempo libero: “Navigare su Internet” si colloca infatti in terza posizione (57,2%), dopo la frequentazione di amici e conoscenti (78,1%) e la passione per la musica (70,5%). 11 anni e’ l’eta’ media in cui si impara ad usare un computer. Quasi la totalita’ dei giovani trentini (93,3%) ha una connessione a casa, utilizzata con regolarita’ anche dalle loro famiglie: il 70,4% degli studenti hanno fratelli o sorelle che usano Internet a casa, il 57,9% padri e il 47,3% madri. L’uso del computer appare una pratica solitaria: nel 77,4% dei casi i ragazzi sono soli quando usano un Pc, e nel 73,7% hanno anche imparato ad usarlo da soli. Il 63,4% degli intervistati usa Internet per scambiare messaggi in chat o instant messaging almeno una volta alla settimana. Internet ha superato il telefono come modo preferito dagli adolescenti per scambiarsi confidenze (rispettivamente 6,2% contro il 5,4%); sebbene il 79,9% preferisca ancora farlo di persona. Nonostante il cellulare sia uno strumento fondamentale nella vita dei ragazzi (solo l’1,3% non ne possiede uno personale, mentre il 17% ne ha piu’ di uno), infatti, lo usano poco per telefonare (fanno in media solo una telefonata al giorno) e moltissimo per inviare Sms (in media 53 al giorno). Si connette ad Internet almeno una volta alla settimana il 90,4% degli adolescenti, mentre guarda la tv l’89,1%. (AGI) tn1

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)