Google/ Gmail cancella la posta a 150.000 utenti

Google/ Gmail cancella la posta a 150.000 utenti

Mistero sulle cause del problema

New York, 28 feb. (TMNews) – Entrare nella propria casella di posta elettronica e trovarla completamente vuota: l’incubo è diventato realtà  lunedì per 150.000 utenti di Gmail, la casella di posta elettronica di Google, tra le più diffuse al mondo. I malcapitati, alcuni dei quali hanno manifestato il proprio malcontento su Twitter rendendo così di dominio pubblico la notizia, dopo essere entrati con nome utente e password hanno avuto la sorpresa di trovare le proprie caselle elettroniche svuotate dei messaggi e degli allegati, in alcuni casi perdendo il lavoro di anni e trovando come unici messaggi quelli di benvenuto da parte di Gmail.

Google, tramite un comunicato, ha confermato i problemi e ha riferito che gli utenti colpiti dal bug sono 150.000 (lo 0,08 per cento del totale). L’azienda non ha precisato le cause, ma ha detto che il servizio Google Mail è già  stato ripristinato per alcuni utenti e che i messaggi mancanti saranno recuperati per tutti gli utenti “nel prossimo futuro”, per quanto si tratti solo “di una stima” sui tempi del recupero.

A24

281727 feb 11

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)