Wikileaks/ Cia seguiva falsa cellula Al Qaida, capo aveva 11 anni

Wikileaks/ Cia seguiva falsa cellula Al Qaida, capo aveva 11 anni
Basato su informazioni fornite da un detenuto di Al Qaida

Roma, 26 apr. (TMNews) – I servizi segreti statunitensi possedevano un dettagliato dossier su una cellula di Al Qaida base a Londra, frutto delle informazioni di un detenuto del carcere di Guantanamo, cellula che però non esisteva affatto: è quanto pubblica il quotidiano britannico The Guardian, citando i cablogrammi riservati statunitensi diffusi dal sito di WikiLeaks. Uno dei presunti capi della cellula, attiva negli anni Novanta, all’epoca aveva undici anni e non aveva mai lasciato il suo villaggio natale in Arabia Saudita: la maggior parte degli altri presunti membri del gruppo non avrebbe mai messo piede in Gran Bretagna. Le informazioni erano state fornite ai servizi da Mohammed Basardah, detenuto che nelle sue “rivelazioni” ha coinvolto non meno di 122 compagni di prigionia.

Mgi

261102 apr 11

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)