SONY: SITO DI NUOVO VIOLATO, MA NEL MIRINO UTENTI CARTASI’

SONY: SITO DI NUOVO VIOLATO, MA NEL MIRINO UTENTI CARTASI’
ROMA
(ANSA) – ROMA, 20 MAG – Un sito di phishing per pescare dati degli utenti di Cartasì, La società  italiana di carte di credito, annidato nel portale Sony Thailandia: è la cronaca di un’altra vulnerabilità  dell’azienda giapponese dopo la debacle di un mese fa di Playstation Network e la violazione ai server della controllata So-Net avvenuto tra il 16 e 17 maggio. Ad accorgersi del sito di phishing che si è fatto scudo di Sony, è stata la F-Secure, azienda con sede a Helsinki che si occupa di sicurezza informatica a livello mondiale. Ne dà  notizia sul blog Mikko Hypponen, Responsabile dei Laboratori di Ricerca F-Secure (http://www.f-secure.com/weblog/). “Sappiamo che non si prende a calci qualcuno che è gia a terra – scrive Hypponen nel segnalare l’intrusione, specificando che questo incidente non ha nulla a che fare “con l’hackeraggio alla piattaforma Playstation”. Sul blog viene poi visualizzata la pagina ufficiale di Sony Thailandia in cui c’é stata la violazione e immediatamente sotto il sito di phishing che si è inserito, quello finto di Cartasì, la società  italiana di carte di credito. “In pratica questo significa che Sony è stata violata, ancora una volta”, spiega Hypponen aggiungendo che l’azienda è stata avvisata e che l’indirizzo “maligno” è stato bloccato. In pratica, il finto sito Cartasì è stato ‘ospitato’ nel sito Sony Thailandia, perché evidentemente gli hacker hanno trovato proprio lì delle vulnerabilità . Ai malcapitati utenti dovrebbe essere arrivata una mail che rimandava al finto sito Cartasì. Qui, potevano inserire username e password, rendendo ‘pescabili’ i loro dati. Al momento, spiega F-Secure, non è possibile quantificare l’ammontare dei dati rubati. (ANSA).
SAM/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)