Tlc/ Agcom: Italiani i più incollati a Facebook, primi nel mondo

Tlc/ Agcom: Italiani i più incollati a Facebook, primi nel mondo
Iscritti in 20 milioni, ci passano circa 9 ore e mezza

Roma, 14 giu. (TMNews) – Gli italiani sono tra i più avidi consumatori al mondo di social network. Il primato spetta a Facebook il social network più diffuso, che negli ultimi due anni si è affermato in modo straordinario, in linea con quanto accaduto a livello mondiale, ma con peculiarità  italiane. Non solo, infatti, ha visto quasi raddoppiare i propri utenti unici (da 11 a 20 milioni), ma è aumentato anche il tempo medio per utente, che, oggi, raggiunge un livello (quasi 9 ore e mezza) che non ha eguali al mondo tra gli altri siti. In definitiva, Facebook in due anni è diventato il secondo sito più visitato con una penetrazione pari al 78% degli utenti attivi dopo Google, ma primo per permanenza e attività  media. Questo il quadro tracciato nella relazione dell’Autorità  per le comunicazioni illustrata oggi dal presidente, Corrado Calabrò, al Parlamento. Dati da cui emerge che “l`Italia è la prima nazione al mondo, insieme al Brasile, per penetrazione dei social media (86% secondo i dati Nielsen), seguita poi dalla Spagna con il 79%”. Un fenomeno, quello dei social network che, come ha messo in evidenza il presidente, sta cambiando la società , il costume, le forme di democrazia, l`uso dei diritti”. “I social network si rivelano ineguagliabili per fare degli individui gruppo”, ha detto Calabrò. “Anche i comportamenti personali ne risultano fortemente influenzati: alla riservatezza è subentrata l`ostensione, e talora l`ostentazione, dell`intimità . La sfera privata è di dominio pubblico”, ha aggiunto.

Rbr

141115 giu 11
Tlc/ Agcom: Italiani i più incollati a Facebook, primi nel… -2-
Cresce fruizione video, YouTube quarto sito più visitato

Roma, 14 giu. (TMNews) – Altro fenomeno di interesse per l`Autorità , ed in profonda ascesa, è la crescente fruizione di video: YouTube, già  in ottava posizione a gennaio 2009, attualmente è il quarto sito più visitato e raggiunge il 62,5% di utenti attivi, rispetto al 47,9% di due anni fa.Al riguardo, uno studio internazionale di Iab (associazione degli operatori della comunicazione digitale interattiva) evidenzia come, sempre di più, televisione e internet siano collegati, sia nel senso che sono fruiti contemporaneamente, sia nel senso che i contenuti televisivi vengono fruiti on line. A questo riguardo si segnala che le categorie di siti che sono cresciute di più negli ultimi tre anni (nel periodo dicembre 2007 – dicembre 2010), in termini di penetrazione sul totale dei navigatori attivi, sono proprio i video/film (+19,5%), seguiti dalle member communities (+16,8%) e dai giochi on line (+15,9%).”Da tali dati – si legge nella Relazione – emerge con chiarezza l`evoluzione delle preferenze dei cittadini, che utilizzano sempre più internet per comunicare, per informarsi (anche attraverso nuove fonti, non necessariamente paragonabili a quelle tradizionali), per l`intrattenimento (anche quello audiovisivo) oltre che per comprare in maniera più consapevole”.

Rbr

141117 giu 11

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci