RADIO/RAI1: PREZIOSI, RESTIAMO ‘APERTI PER FERIE’. VERRO, TV LA IMITI

Condividi

RADIO/RAI1: PREZIOSI, RESTIAMO ‘APERTI PER FERIE’. VERRO, TV LA IMITI
(ASCA) – Roma, 5 lug – ”Nell’estate 2011 Radio1 non chiude per ferie, anzi rimaniamo ‘Aperti per ferie’ e aumentera’ la nostra offerta informativa”. Il direttore di Radio1, Antonio Preziosi, in conferenza stampa negli studi di via Asiago, presenta cosi’ il palinsesto estivo dell’emittente radiofonica che ha proprio, come dice lo stesso direttore, lo slogan ‘Aperti per ferie’. Un modo ”per scaldare i motori – annuncia Preziosi – in vista della grande impresa che ci attende alla ripresa autunnale”. La prima radio italiana sta infatti lavorando a un ”nuovissimo spazio di morning news, aggiornamenti e breking news che durera’ tre ore, dalle 5 alle 8 del mattino”. Il consigliere di amministrazione della Rai Antonio Verro esprime senza mezzi termini tutto il suo apprezzamento: ”La presentazione di questo palinsesto ci ripaga, la radio sta facendo quello che avrebbe dovuto fare la tv e cioe’ non andare in ferie. Complimenti dunque, auspico che dalla prossima stagione la Tv imiti la radio”. Dal 4 luglio all’11 settembre alla programmazione di Radio1 si sono aggiunte una serie di sorprese che hanno come obiettivo informare il pubblico e proporsi come compagnia ideale in tutte le occasioni con la buona musica e tante novita’. Per citarne solo alcune: dal lunedi’ al venerdi’ andra’ in onda ‘Hallo Italia Estate’, un’ora di attualita’ in diretta leggendo ‘tra le righe’ i quotidiani. Torna ‘Start’ in versione ‘large’ e ancora ‘Baobab’, l’albero delle notizie. Non manchera’ ‘Radio Anch’io’, che Preziosi definisce ”la portaerei dell’informazione”. Per passare poi ai programmi di infotainment, Radio1 propone ‘Un’estate fa’, un programma che andra’ a scoprire che fine hanno fatto i personaggio dello scorso anno, ‘Gianvarieta”, ‘Lido Laura’ con Laura Freddi, e a dare la sveglia ci pensera’ ‘Metro’ d’Estate’. Infine nel week end, andranno in onda ‘Caro amico ti scrivo’, ‘Giallo d’estate’, ‘Cinquanta suonati’ e ‘Suoni d’estate’.