RAI: GABANELLI, COMUNQUE VADA, FAREMO NOSTRO MESTIERE

Condividi

RAI: GABANELLI, COMUNQUE VADA, FAREMO NOSTRO MESTIERE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 5 LUG -“Ad Articolo 21 e a tutti coloro che hanno firmato la petizione, il nostro ringraziamento e l’impegno che, comunque vada, continueremo, con la dedizione di sempre, a fare il nostro mestiere”. E’ quanto si legge in una lettera inviata da Milena Gabanelli e dalla squadra di Report ad Articolo21 che ha promosso l’appello ‘Nessuno tocchi Report’. L’associazione, che aderisce alla manifestazione di domani a San Macuto, rende noto di aver raccolto oltre 15mila firme. “Avere tante persone al proprio fianco – spiega Gabanelli -. non può che fare bene: rafforza l’idea che probabilmente abbiamo lavorato bene, e tira su il morale. La nostra storia è iniziata 14 anni fa, la fiducia l’abbiamo conquistata sul campo assumendoci per 10 anni il ‘rischio d’impresà , pur non essendo un’impresa, ma degli umili giornalisti indipendenti. Nella testa e nella forma contrattuale”. “Negli ultimi 4 anni – scrive la Gabanelli – l’azienda ha ritenuto che era possibile dotarci di “elmetto”, fermo restando – giustamente – il diritto di rivalsa in caso di soccombenza dovuta a colpa grave o malafede. Ma ad ogni cambio di poltrona c’é sempre qualcuno che questo elmetto ce lo vuole togliere dalla testa. E’ un evidente pretesto, ma tuttavia ci preme sottolineare che non abbiamo mai subito censure, e condiviso ogni difficoltà  o pressione con un direttore di rete che non è mai venuto meno agli obblighi del suo incarico. Se il lavoro di Report oggi viene stimato da schieramenti politici trasversali è anche grazie a Ruffini”.