TLC: GUERRA AL CARO-ROAMING, UE APRE ALLA CONCORRENZA

Condividi

TLC: GUERRA AL CARO-ROAMING, UE APRE ALLA CONCORRENZA
SI POTRA’ SCEGLIERE UN ALTRO OPERATORE PER CHIAMATE DA ESTERO
BRUXELLES
(ANSA) – BRUXELLES, 6 LUG – La Ue continua nella sua lotta per abbassare le tariffe di roaming, che vuole azzerare entro il 2015, e stavolta propone di aprire alla concorrenza per buttare giù i prezzi delle chiamate all’estero: chi vuole utilizzare il proprio cellulare in un altro Paese, potrà  sottoscrivere un contratto con un altro operatore, mantenendo il proprio numero, e solo per usufruire di eventuali tariffe più vantaggiose per le chiamate fuori dal territorio nazionale. La proposta fatta oggi dalla Commissione Ue, ha quindi lo scopo di aprire ad una maggiore concorrenza nel settore del roaming, per fare scendere i prezzi finali per il consumatore. Nel frattempo – la possibilità  di scegliere un operatore concorrente scatterà  dal 1 luglio 2014 – la Commissione comunque propone di abbassare le tariffe di chiamate ed sms all’estero: dal luglio dell’anno prossimo gli sms costeranno 10 centesimi, rispetto agli 11 di adesso, le chiamate in uscita 32 centesimi dai 35 di adesso, quelle in entrata scenderanno dal 2013 a 10 centesimi, rispetto agli 11. Anche il traffico dati abbasserà  i costi: dall’anno prossimo, tetto a 90 centesimi a megabyte, per scendere a 70 e 50 nei due anni successivi.(ANSA).