Telecom I.: Bernabe’ va in rete in Brasile (Mi.Fi.)

Condividi

MILANO (MF-DJ)–Con l’accordo per l’acquisizione del gruppo Aes Atimus, Telecom I. ha conquistato un’altra fetta di Brasile e potrebbe avere impresso anche una svolta al suo futuro. E’ noto che, scrive Milano Finanza, gli ultimi trimestri del colosso telefonico guidato da Franco Bernabè siano stati fortemente trainati dalle performance delle divisioni sudamericane, in particolare da quella brasiliana. Eppure anche in un Paese in fase di grande espansione come quello presieduto da Dilma Roussef, le prospettive di crescita per una societa’ che operava esclusivamente sulla telefonia mobile (come era appunto Tim Brasil, controllata di Telecom) erano destinate a diminuire con il passare del tempo. Proprio per questo, come anticipato da MF-Milano Finanza del 9 aprile, la societa’ guidata da Luca Luciani aveva deciso di partecipare alla gara per un’infrastruttura in fibra ottica, una specie di Metroweb sudamericana. E proprio per questo l’aggiudicazione della rete di trasmissione, in una competizione che ai nastri di partenza vedeva Oi, Embratel, Algar Telecom, Gvt e Telefonica, segna un passo importante per lo sviluppo del business nel Paese carioca. Tim Participacoes, attraverso la sua controllata Tim Celular, ha firmato un accordo con la Companhia Brasiliana de Energia per l’acquisizione del gruppo Aes Atimus operatore del settore delle infrastrutture di telecomunicazioni negli stati di San Paolo e Rio de Janeiro, ovvero, come si legge nel comunicato di Telecom Italia, “le aree maggiormente popolate e ricche del Paese sudamericano, dove si realizza il 27% del pil nazionale”.