Tlc/ Sawiris: Per asta frequenze Tesoro faccia pagare a rate

Condividi

Tlc/ Sawiris: Per asta frequenze Tesoro faccia pagare a rate
“Non è il miglior momento per bandire un’asta”

Roma, 11 lug. (TMNews) – Per l’asta delle frequenze, per gli operatori mobili da cui il governo italiano punta ad incassare almeno 2,4 miliardi, il ministero dell’Economia dovrebbe consentire un pagamento a rate perchè il momento economico non è dei più opportuni per nessuno. Questa l’indicazione arrivata dal magnate delle telecomunicazioni, fondatore di Orascom, Naguib Sawiris.
Nel corso di una conferenza stampa il magnate egiziano ha sottolineato: “per la gara delle frequenze pensiamo non sia un buon momento per il governo per indirla. La situazione economica in Europa, è turbolenta e ora non entrerebbero tutti i proventi che il Governo poteva sperare”. Sawiris ha spiegato che le società  di tlc sono indebitate e, le banche “sono preoccupate e le aziende dipendono dalle banche che non sono in buone condizioni”. Pertanto secondo il magnate egiziano il ministero dell’Economia dovrebbe consentire, se proprio vuole bandire la gara a settembre, “dei pagamenti a rate che darebbero maggiori introiti e darebbero alle aziende la possibilità  di rientrare negli investimenti”.